Home Page
Presentazione
Storia Deputazione
Organigrammma
Attività Sociale
Iniziative
Biblioteca
Pubblicazioni
Relazioni del Presidente

Relazione del Presidente anno 2008

Signori Soci,

il 2008 doveva essere, stando alle previsioni, l'anno della completa ripresa delle attività e invece, dopo un buon inizio, nel secondo semestre sono comparse nuove difficoltà d'ordine finanziario che hanno costretto il Consiglio direttivo ad una drastica riduzione delle spese, col conseguente rinvio all'anno successivo di alcune iniziative. Prima di passare all'esame dell'attività svolta vorrei ricordare la scomparsa del Professor Francesco Bonasera, avvenuta il 1° marzo. Con lui se n'è andato il Decano dei Deputati e uno tra i più assidui collaboratori del nostro Istituto: innumerevoli sono gli articoli apparsi su "Atti e Memorie"; qualcosa di inedito è conservato presso la redazione e, nei limiti del possibile, sarà stampato negli anni a venire, vista la rilevanza dei suoi studi riguardanti in genere la cartografia e la geografia umana. Egli, secondo consuetudine, sarà ricordato in un prossimo numero del nostro bollettino.

Il programma dello scorso anno, come ho anticipato in apertura, è stato adeguato ai tagli delle risorse imposti dal Ministero a metà anno con la cancellazione del finanziamento richiesto sul "progetto speciale", riguardante il bicentenario dell'annessione delle Marche al Regno Italico. Un progetto sul quale si era lavorato a seguito di precise indicazioni giunte dal Ministero e che in un primo tempo sembrava dovesse usufruire di un apposito contributo, secondo i termini della legge finanziaria del 2008. Quando, all'inizio dell'estate, è giunta la comunicazione che tale capitolo di spesa era stato soppresso dal nuovo governo nazionale e che quindi tutti i progetti presentati non sarebbero stati finanziati, non si poteva ormai più cancellare il programma di attività elaborato tra la fine del 2007 e l'inizio del 2008. Anzi per procedere più speditamente nello svolgimento del programma la Deputazione aveva aderito al Comitato Marche Napoleoniche, costituitosi a fine 2007, presieduto dal Presidente della Deputazione e con recapito presso la sede della Deputazione, che ha realizzato gran parte delle iniziative con contributi di enti e istituzioni locali. Così l'anno del bicentenario napoleonico si è aperto il 28 marzo ad Urbino, presso la Sala del Giardino d'inverno a Palazzo ducale, nell'ambito della Settimana della Cultura, con gli interventi mio e di Roberto Domenichini, introdotti dalla Soprintendente ai Beni artistici e storici, Professoressa Lorenza Mochi Onori.
Hanno fatto seguito altre iniziative, mostre, incontri, dibattiti, lezioni che hanno toccato diverse località della regione, l'anno si è chiuso con una conferenza del dott. Mariano Guzzini, il 29 dicembre, presso l'auditorium di San Rocco di Senigallia, nel corso della quale l'oratore ha preso in esame i vari problemi causati alle marinerie dell'Adriatico dal blocco navale inglese, con il conseguente rafforzamento, da parte francese, della pirateria anconetana. L'attività del Comitato proseguirà nei prossimi mesi anche per affrontare, se sarà possibile, lo studio degli enti camerali per il Commercio, istituiti proprio nel periodo francese (Ancona, 1811).

Intensa è stata la collaborazione tra la Deputazione e il Comitato per le celebrazioni del Quarto centenario Gentiliano, avviate il 14 gennaio 2008 con la presentazione degli Statuti cinquecenteschi di San Ginesio, presentati nella sede del Teatro cittadino dal prof. Mario Ascheri, insieme al sottoscritto. Nuovamente la Deputazione è stata presente, l'11 settembre, al Convegno internazionale dedicato alla presentazione dell'edizione italiana del De iure belli. L'ultimo appuntamento dell'anno è stato il 30 novembre con la presentazione del volume sulla confraternita di San Tommaso, frutto del lavoro di ricerca e di trascrizione di documenti di Rossano Cicconi, nostro validissimo Deputato. Per la metà del prossimo mese di giugno è previsto lo svolgimento del convegno su Le Marche al tempo di Alberico Gentili: religione, politica, cultura, alla cui realizzazione contribuirà anche il Centro di Studi Storici Maceratesi.
Durante l'anno la mostra su I mille volti di Garibaldi, nella parte costituita dall'iconografia di proprietà della Deputazione, è stata allestita a Macerata Feltria dal 20 al 27 aprile; a Castelbellino dal 17 al 24 maggio; a Castelfidardo dal 2 al 13 luglio, protratta poi fino alla fine del mese.
Sempre a causa delle difficoltà di bilancio, la giornata di studi prevista per il mese di novembre è stata rinviata alla primavera e in sua vece è stata organizzata la presentazione dei due volumi, in tre tomi, sulla storia degli Statuti delle Marche.
La manifestazione si è tenuta presso la Sala Pagoda della sede dell'Assemblea legislativa delle Marche; i volumi sono stati presentati dal Professor Mario Ascheri, docente di Storia del diritto medievale e moderno all'Università degli studi RomaTre, dopo un'introduzione del vicepresidente dell'Assemblea legislativa delle Marche, Professoressa Stefania Benatti, del sottoscritto e del Professor Virginio Villani, curatore dell'opera. L'opera sta ottenendo ottimi riscontri ed è stata accolta con ampi segni di apprezzamento da parte del mondo accademico.
Nella stessa giornata, in occasione dell'Assemblea autunnale dei Deputati, è stato presentato il volume numero 106 (2001-2003) degli "Atti e memorie", contenente i testi delle relazioni svolte ai convegni di Cagli 2001 e Mondolfo 2003, la cui pubblicazione si deve, ancora una volta, al sostanzioso contributo della Consulta regionale tra le Fondazioni delle Casse di Risparmio Marchigiane.

La consegna in tipografia del volume 107 (2004-2006), con saggi prodotti dai soci e collaboratori della Deputazione, è stata dilazionata alla primavera del 2009.
Per il 2009 le attività principali consisteranno nel già ricordato convegno a chiusura delle celebrazioni del IV Centenario di Alberico Gentili e in una giornata di studi, aperta a soci e amici della Deputazione, che sarà indetta in occasione della prossima assemblea sociale di primavera. Invito fin da ora tutti i Soci interessati a far pervenire una loro proposta di intervento, con allegata una breve sintesi, entro e non oltre il 28 febbraio 2009.
Frattanto il 6 febbraio avrà luogo a Pesaro presso la sede della Fondazione della cassa di Risparmio di Pesaro, a Palazzo Antaldi, con inizio alle ore 18.00, la presentazione dei volumi sulla storia statutaria delle Marche.
L'iniziativa è stata promossa e organizzata dal Centro di Studi storici pesaresi e i volumi saranno illustrati dal curatore, il Professor Virginio Villani.
Nei mesi successivi la stessa opera sarà presentata a Macerata, Ascoli Piceno e Fermo, per fare in modo che il fondamentale lavoro sulle origini e la formazione del diritto statutario nei comuni marchigiani sia fatto conoscere in tutti e cinque i capoluoghi di provincia, considerato l'impegno per la ricerca e la stampa sostenuto dall'Assemblea legislativa delle Marche.
Sarà da valutarsi poi il coinvolgimento della Deputazione nelle celebrazioni del 150° della sollevazione di Ancona e di altri centri della valle esina dopo la vittoria di Magenta e l'insurrezione di Bologna come preambolo alle celebrazioni del 150enario della battaglia di Castelfidardo e della capitolazione di Ancona (18 e 29 settembre 1860), per finire (nel 2011) con il 150° della proclamazione dell'Unità d'Italia.
La poca chiarezza sulle reali intenzioni da parte dello Stato centrale e della Regione Marche riguardo ai finanziamenti disponibili e le difficoltà di Comuni e Province, impongono cautela nel predisporre progetti e indicare programmi non facilmente realizzabili.
L'acquisizione della biblioteca e dell'archivio di Enrico Liburdi, oltre 8.000 volumi, la catalogazione e informatizzazione, comporterà un impegno di spesa di difficile quantificazione e che comunque non potrà pesare sui fondi ordinari che il Ministero e la Regione hanno finora reso disponibili e che il nostro fondo librario sia consultabile nel Sistema Bibliotecario Nazionale.
Durante l'anno sarà edito il volume 107 (2004-2006) della rivista "Atti e memorie" contenente studi vari sulle Marche (a tal proposito colgo l'occasione per sollecitare i ritardatari alla consegna dei testi entro il prossimo 31 marzo).
Seguirà il volume 108 (2007) con i testi delle relazioni svolte durante la giornata di studi di Fermo del novembre 2007. Dovranno poi essere pubblicati gli atti del convegno Gentiliano che si confida di predisporre in tempi ragionevoli in modo che non si creino lunghe attese tra il convegno e la divulgazione dei testi.
Scorre all'anno 2010 la programmazione del convegno sul tema: Ambiente, territorio, calamità naturali nelle Marche, nel quale saranno coinvolti studiosi provenienti da diversi centri universitari e uffici periferici dei Ministeri dei Beni Culturali, dell'Interno, delle Infrastrutture e del Territorio.
Continueranno le collaborazioni con quei Comuni, Enti, Associazioni, Istituzioni culturali che intenderanno avvalersi delle competenze della Deputazione per rivisitare momenti fondamentali della storia delle Marche.
Solo di recente è stato possibile avviare una nuova progettazione del nostro sito Web e si confida di ripristinarne la piena efficienza nel volgere di pochi mesi, in modo che sia resa migliore la visibilità su Internet e favorita la consultazione attraverso i diversi motori di ricerca.
E' certo che un programma così mantenuto all'osso e all'essenziale potrà essere realizzato solo se a fianco dei contributi statali e regionali sarà possibile contare sul sostegno dei Soci, ai quali, secondo il dettato dell'Assemblea sociale, viene rinnovato l'invito a contribuire alle spese per le pubblicazioni. Sarebbe auspicabile che nel 2009 si tornasse almeno al livello delle somme raccolte nel 2007, di circa duemila euro. Nell'anno appena trascorso tale risultato non è stato raggiunto per poche centinaia di euro e ciò lascia un po' d'amaro in bocca perché può esser preso come un segnale di disaffezione dei Soci nei confronti dell'istituto, quantomai dannoso nella situazione attuale.
Comunque, unito alla presente, troverete il bollettino di conto corrente postale che vi permetterà di versare il vostro contributo, rimasto fermo, per decisione dell'Assemblea sociale, a 30 euro, per i Deputati, e a 20 euro, per i Soci corrispondenti.
Non ho altro da aggiungere. Confido sempre di poter contare sull'apporto di tutti i Soci e di poterVi vedere numerosi già al primo incontro dell'anno. Nell'occasione invio i migliori saluti miei e dei Colleghi del Direttivo.

Ancona, Gennaio 2009.
Il Presidente
(Prof. Gilberto Piccinini)


Deputazione di storia Patria per le Marche: Piazza Benvenuto Stracca 1, 60121 ANCONA - Tel. Fax (071) 205501