Home Page
Presentazione
Storia Deputazione
Organigrammma
Attività Sociale
Iniziative
Biblioteca
Pubblicazioni
Riferimenti storici e contenutistici

La Biblioteca

La Biblioteca della Deputazione di storia Patria per le Marche si compone di oltre 3000 volumi.
Si tratta per la maggior parte di opere riguardanti sotto diversi aspetti la realtà locale: così vi sono libri ispirati a paesaggi della regione indubbiamente suggestivi (come i Monti Sibillini), altri che invece ne indagano aspetti più marcatamente folcloristici (come il gioco della palla al bracciale di Treia); altri ancora che descrivono la realtà regionale quale era in epoca passata ("Ascoli nel trecento", di A., De Santis AP 1984, n° inv. 696).

Ma la storia locale viene anche ricostruita attraverso le numerose biografie di uomini illustri nati, vissuti o comunque legati alla regione o attraverso la descrizione e lo studio dei monumenti celebri ovunque (la Santa Casa di Loreto o lo Sferisterio di Macerata solo per citarne alcuni).
Ma oltre i testi attinenti la storia locale sono numerosi i volumi che tracciano il quadro della storia d'Italia (con riguardo particolare a periodi critici e delicati, come gli anni delle guerre di indipendenza) o che interessano la geografia della penisola con la descrizione di alcune regioni (Piemonte e Lombardia a titolo di esempio).
Le pubblicazioni contenute nella biblioteca abbracciano in ogni caso tutte le forme di manifestazione dell'arte: vi sono infatti testi che si occupano di Musica (come il "Catalogo delle opere musicali della biblioteca Comunale 'L. Benincasa' di Ancona" scritto da M. Salvarani, 1988, n° inv. 458), di Arti figurative ("Arazzi rubensiani e tessuti preziosi dei Musei Diocesani di Ancona e Osimo", AA.VV., 1989, n° inv. 480) o di Teatro ("L'architettura teatrale nelle Marche" AA.VV. 1983 n° inv. 492).

Fra gli autori la biblioteca annovera anche i classici greci (Plutarco con "Le vite parallele") mentre tra le biografie si trovano quelle di personaggi storici quali, per esempio, Alessandro Magno.
Non solo opere di storia o arte sono presenti nella biblioteca ma anche testi su temi diversi (come "Teoria interpersonale della psichiatria", di M.Sullivan, MI 1962 n° inv. 693 oppure "Lavoro, criminalità, alienazione mentale" AA.VV, BO 1987 n° inv. 741).
Sono presenti anche raccolte di atti (come quelli dell'Accademia dei Lincei), di annali (delle facoltà di lettere e filosofia di Macerata, Perugia e Lecce o della Scuola Normale Superiore di Pisa), di annuari (per esempio quello delle biblioteche italiane), di archivi (tra gli altri quelli di diritto ecclesiastico e della società vercellese di storia italiana), di atti di convegni, di atti di Accademie, e poi raccolte di diverse bibliografie, di miscellanee prevalentemente a carattere storico, di quaderni (per citarne alcuni quelli della fondazione Caetani), di rassegne, di rendiconti, di riviste e studi di generi diversi inoltre un catalogo delle opere moderne e diversi bollettini (di musei, di società, di storia; è presente anche il "Bullettin de la commission royale d'histoire" edito a Bruxelles) e ancora diversi archivi storici (quello Italiano, alcuni archivi regionali e quello relativo alla Svizzera).

I volumi sono stati editi tutti tra la prima metà dell'ottocento (uno dei testi più antichi risale al 1837) e gli ultimi anni del secolo XX.
Integrano la biblioteca anche scritti inventariati con la denominazione "Donativo Angelini" (aventi ad oggetto prevalentemente la storia della regione) e un fondo composto da tesi assegnate a studenti universitari (a partire dagli anni sessanta e fino alla prima metà degli anni novanta) che hanno ad oggetto periodi storici diversi o personaggi di una certa importanza non solo a livello locale.
Nel 2008 è stata acquisita, per donazione degli eredi, la Biblioteca e l'Archivio del prof. Enrico Liburdi, per diversi anni segretario della Deputazione, storico del Risorgimento. Si tratta di una raccolta di testi, di riviste, di documenti tutti incentrati sul periodo risorgimentale. E' in corso l'inventariazione e la catalogazione del fondo.
La Biblioteca dal 2002 è collegata al Polo bilbiotecario della provincia di Ancona al quale si può accedere direttamente attraverso il seguente indirizzo: http://biblioteche.provincia.ancona.it/SebinaOpac/Opac



Medaglia Commemorativa
e Copricapo



Deputazione di storia Patria per le Marche: Piazza Benvenuto Stracca 1, 60121 ANCONA - Tel. Fax (071) 205501